• Obiettivi

Una delle principali conseguenze della crisi finanziaria è stata quella di spingere verso lo sviluppo di logiche di raccolta e di impiego/affidamento che fossero maggiormente orientate alla salvaguardia dei valori di una finanza più vicina al valore della sostenibilità.

La finanza sostenibile non è disattenta rispetto ai rendimenti e ai rischi, ma cerca di integrare nelle valutazioni criteri di selezione basati su parametri cosiddetti socially responsible. A titolo esemplificativo, si possono citare i criteri “ESG”, ossia relativi a parametri ambientali (environmental), sociali (social), di governance (governance).

La finanza sostenibile ha diversi punti di contatto con il mondo bancario e assicurativo, sia perché gli azionisti istituzionali possono essere attenti a questi parametri (es. fondi pensione,…), sia perché sta diventando un valore sempre più importante all’interno di un certo mondo imprenditoriale e di certe categorie di clientela individuale. Pertanto, i dirigenti di tali settori possono avere benefici sia nella logica di una migliore interlocuzione con i propri clienti, sia nella logica di una migliore comprensione di cosa i propri stakeholders e shareholders si aspettano.

  • Contenuti

Il percorso è costruito su tre giornate, che si focalizzeranno sui principali temi oggi in discussione relativamente alla finanza sostenibile. Innanzitutto verrà fornita una classificazione di ciò che vuol dire finanza sostenibile, considerato che non è ancora possibile dire che si sia pervenuti ad uno standard unanimemente condiviso.

Si affronteranno pertanto le diverse categorie di investimenti relativi alla finanza sostenibile.

Si svilupperanno temi che consentano di cogliere come l’uso di logiche di valutazione di finanza sostenibile possano impattare sui rendimenti e sulla valutazione del rischio da parte di banche e assicurazioni. Si vedranno poi le principali categorie di strumenti finanziari che possono essere emessi per raccogliere fondi in questa logica e per quali tipi di progetto (es. social business, social impact,…). Si forniranno casistiche italiane e internazionali anche per far emergere attraverso concreti modelli le possibili modalità operative.

MODALITÀ FORMATIVA: IN AULA

SOGGETTO EROGATORE

  • DURATA: 24HH

  • QUOTA DI ISCRIZIONE: € 1.800,00

  • LOCATION copy: MIP Graduate School of Business - Via Lambruschini, 4/c, Milano

  • DATA: 10 - 11 - 12 OTTOBRE 2016

La quota d’iscrizione per il personale dirigente delle aziende del settore creditizio, finanziario e assicurativo, è interamente coperta dall’avviso 1/2015 di FONDIR.
Il cofinanziamento a carico dell’impresa beneficiaria dovrà essere garantito dal costo del personale dirigente in formazione. La quota di cofinanziamento potrà essere altresì garantita dalle relative spese di vitto e viaggio.

Per informazioni: MIP – Tel. 02/23992888 – leone@mip.polimi.it

MODALITÀ DI ISCRIZIONE

Per iscriversi e partecipare è necessario:

  • Trasmettere le singole anagrafiche dei partecipanti (scarica la scheda adesione).
  • Attestare di essere iscritte e versanti a Fondir (fornire copia cassetto previdenziale INPS).
  • Essere in regola con i contributi fiscali e previdenziali, attestandolo su apposita dichiarazione sostitutiva (scarica il modulo).
  • Produrre una dichiarazione relativa al costo del lavoro dei dirigenti (scarica il modulo) e compilare il relativo prospetto di calcolo del costo orario (scarica il modulo).